• Staff@play-system.eu

Come Migliorare le Giocate Durante una Partita

Come Migliorare le Giocate Durante una Partita

25/03/2019

 

Autore: Raffaele Fusulan

Molte volte nonostante la potenza del nostro deck ci possiamo trovare in situazioni in cui l’avversario ha un mazzo che è un counter diretto al nostro di mazzo.

Ci sono vari consigli che posso condividere con voi su come massimizzare le giocate e poter vincere anche quando non sembra possibile inizialmente.

  1. Misplay

 

    • La prima cosa alla quale dobbiamo prestare attenzione, sono i misplay. I misplay sono giocate/mosse incorrette che possono risultare nel dare un vantaggio all’avversario o addirittura assicurare la nostra sconfitta.

 

Il primo consiglio che vi posso dare è di aumentare la coerenza delle vostre giocate e ridurre il numero di misplay il più possibile. Bisogna capire che è virtualmente impossibile non fare misplay in una partita siccome ci sono dozzine e dozzine di fattori da prendere in considerazione. Quello a cui dobbiamo puntare durante una partita è al minimizzare e fare meno misplay dell’avversario. Dopotutto è come in altri sport, chi fa meno errori vince la maggior parte delle volte.

 

Quando ci troviamo in svantaggio contro un mazzo dobbiamo massimizzare sulle nostre giocate in modo tale da poter chiudere il game senza troppi sforzi.

 

Le scelte che facciamo durante una partita sono fondamentali, bisogna riflettere sulle possibili giocate dell’avversario e non cedere troppo facilmete alla pressione di un attacco, etc... Fare tapped out dopo il terzo – quarto turno senza possibilità di rialzare la energy è come assicurarsi una sconfitta. Bisogna giocare tattici e con pazienza, valutando tutte le opzioni e scegliere quella più efficace.

 

L’attitudine durante la partita è cruciale. Appena ci si accorge che un misplay occorre, bisogna assolutamente rimanere calmi e non mostrare alcuna emozione negativa di fronte all’avversario. Facendo ciò rimaniamo in controllo della partita e non diamo la chance all’avversario di massimizzare sul nostro errore (se non se ne sono accorti) per questo cerchiamo di controllare le nostre emozioni. Ovviamente si può anche fare un bluff e quindi prentendere di aver fatto un misplay o dar l’idea di avere una brutta mano, ma questo richiede anche un po’ di pratica specialmente quando si affronta un giocatore veterano.

 

  1. Combo e l’Economia di Gioco

 

    • Combare è una delle meccaniche di gioco più presenti durante una partita. Dal secondo turno fino all’ultimo turno ci troviamo a combare dalla mano o campo per diffendere la vita o battle card.

 

Ci sono modi giusti e modi sbagliati per combare.

 

Ora vi presento uno scenario. Diciamo che è il primo game contro un giocatore che usa Janemba // Janemba, Velocità Elevata, (mazzo mill e quindi sappiamo già che hanno accesso a tanta diffesa), e noi stiamo giocando un mazzo che pesca tanto o fa raffica spesso. Dal principio siamo già svantaggiati ma ciò non vuol dire che la partita non può più esser vinta. Ci troviamo al terzo turno, giochiamo in campo Gotenks, Super Prontezza e attacchiamo il leader per 15k critico. Janemba o prende il danno o si diffende. Siccome noi attachiamo con Gotenks noi peschiamo una mentre forziamo l’avversario a scartare una o a perdere una vita. Questa però è la mossa sbagliata perchè il nostro attacco è facilmente diffendibile dall’avversario con la pseudo super combo di Cell, Male Infernale (andrebbe a 20k contro il nostro 15k). L’avversario si è diffeso la vita, ha fatto +0 in mano, siccome ha pescato con Cell, e ha esteso la partita a favore suo. La cosa giusta da fare era combare il Gotenks fino a 20k creando una differenza di 10k tra Gotenks e Janemba. Questo forza l’avversario a fare un -1 in mano o -1 dalla vita. Se vuole combare dalla mano con Cell per diffendere la vita deve lo stesso combare un’altra carta dalla mano per diffendersi la vita. Quindi scegliendo di combare forziamo l’avversario a fare decisioni più critiche che avranno un impatto pesante sul resto della partita. Questo vale per tutte le volte che decidiamo di combare o meno. Bisogna comparare la nostra mano a quella avversaria, e ragionare su quale sia la differenza ideale per combare.

 

Questo mi porta al prossimo concetto che va in tandem con la meccanica combo.
 

L’economia di gioco è un fattore che molta gente non prende in considerazione, specialmente se si trovano in svantaggio per colpa del match up.

Per economia di gioco si intende il flusso di carte che girano dal primo turno fino al ultimo. Quindi vanno prese in considerazione, le carte con cui combiamo, scartiamo, etc.... Nel flusso di una partita dovremo ridurre il numero di situazioni in cui ci troviamo scomodi a scartare, combare o diffendere. Se abbiamo giocato con attenzione fino all’ultimo turno dovremmo avere una mano con cui siamo molto comodi e che ci aiuterà a chiudere la partita, specialmente se l’avversario ha fatto i suoi di misplay. Bisogna “punire” l’avversario per i suoi misplay sfruttando quella finestra di opportunità per girare la partita a vantaggio nostro.

In conclusione bisonga sfruttare la nostra conoscenza del gioco al massimo per poter ricevere l’esito desiderato. Non bisonga lasciarsi demoralizzare dai nostri errori ma bisogna puntare a fare le giocate successive in modo corretto. Con le giuste skill e manovre di gioco si possono vincere anche partite che sembravano intoccabili. Col tempo più esperienza uno si fa più giocate efficaci farà.

Spero abbiate avuto l’opportunità di imparare qualcosa di nuovo. Se avete domande, fatele pure e vi risponderò il prima possibile.

Grazie mille e alla prossima!