• Staff@play-system.eu

E tu di che gioco sei fatto?

E tu di che gioco sei fatto?

Curiosità

13/11/2019

Francesco Cardellicchio

Era l'ormai lontano 1974 quando Gary Gygax e Dave Arneson pubblicarono la loro prima edizione di Dungeons & Dragons nota oggi anche come OD&D (Original Dungeons & Dragons). Potremmo perdere ore scrivendo riguardo le origini di questo noto gioco di ruolo fantasy ma non possiamo trascurare il fatto che esso sia stato la principale fonte di ispirazione per uno dei più famosi autori di giochi, Richard Garfield

Per chi non lo conoscesse, Garfield è un autore di giochi statunitense (tuttora in attività) che nel 1993 segnò la storia dei giochi di carte collezionabili creando Magic: the Gathering, noto in italiano anche come Magic: l'Adunanza. Sono passati 26 anni dalla pubblicazione del titolo della Wizard of the Coast ed ancora oggi, quando esce un nuovo gioco di carte, non è insolito associare le nuove meccaniche a quelle dei giochi più gettonati come Magic o addirittura Yu-Gi-Oh! (titolo Edito da Konami e pubblicato nel 1996).

Di fatto la maggior parte dei giochi di carte prende spunto proprio dalle meccaniche di Magic e dalla sua struttura di base per elaborare intorno ad esse nuove idee creando così nuove proprietà intellettuali aventi una propria identità ed una propria anima; nascono così nuovi giochi di carte collezionabili e non, che arricchiscono l'offerta del mercato saturandola il più delle volte. Dragon Ball Super Card Game è nato allo stesso modo e noi amanti di questo gioco abbiamo visto qualcosa in più in esso rispetto agli altri; abbiamo voluto proprio per questo motivo analizzare la storia dei player del Nazionale e le carattestiche di questo nuovo gioco. 

Noi della redazione insieme a tutto lo Staff organizzativo del Nazionale e grazie alla collaborazione di Gametrade, abbiamo deciso in questa ottica di fare una prima analisi, seppur grezza, relativa alla provenienza (per quanto riguarda i giochi di carte collezionabili) dei 164 giocatori partecipanti alle finali dello scorso Ottobre. Per ovvi motivi abbiamo considerato solo i giochi di carte collezionabili e non giochi da tavolo tal quali (come ad esempio Naruto to Boruto Card GameLa Leggenda dei 5 Anelli, Arkham Horror tcg ecc) dato che puntavamo a valutare una esperienza quanto più possibile vicina a quella di Dragon Ball Super Card Game.

Personalmente provengo da Magic the Gathering ma ho giocato alla maggior parte dei giochi usciti sino ad ora. Vediamo però la vostra provenienza:

Valutando qualitativamente l'età dei giocatori partecipanti al Nazionale, mi aspettavo una prevalenza di giocatori da giochi come Magic e Yu-Gi-Oh; di fatto i risultati hanno confermato queste previsioni con una prevalenza del secondo rispetto al primo (35% YuGi vs 15% Magic). Interessante è anche la presenza di molti giocatori di Vanguard (13%) e Force of Will (8%) che ultimamente sta ricominciando ad attrarre giocatori grazie anche ad un supporto importante. Seguono Pokemon (solo 5%) e come fanalino di coda, un'altra creazione di Garfield, Keyforge, (3%) e Final Fantasy (2%), gioco dimenticato probabilmente anche dai suoi autori.

Il dato che più sorprende è quello da noi segnato come "Nessun Gioco": ben il 22% dei giocatori non proviene da nessuno dei giochi di carte collezionabili citati di sopra. Non è facile  per un player approcciare un gioco di carte collezionabili, soprattutto con la consapevolezza che molte volte diventano dispendiosi e complicati da seguire. I fattori che possono aiutare sono naturalmente la lore, la semplicità delle regole, la variabilità del meta, il costo del prodotto ed eventualmente delle singole ma soprattutto il supporto fornito dal distributore e dai negozianti ai giocatori.

Per quanto riguarda la lore e la semplicità delle regole nulla da dire. Dragon Ball è sempre Dragon Ball e fondamentalmente, questo è un gioco le cui regole base le si possono imparare anche in dieci minuti. Nella media anche il prezzo dei prodotti e punto a favore per il valore delle carte, equilibrato anche nei confronti di un meta che va pian piano delineandosi in questi mesi con una varietà di mazzi divertenti e competitivi davvero interessante.

Infine, riguardo il supporto fornito, Gametrade ha lanciato da poco il programma Ambassador, programma che fornisce supporto (anche importante) a chi collaborerà appieno alla diffusione del gioco. Trovate tutte le info al link di seguito:

"https://www.dbs-cardgame.it/Community/129/Dragon_Ball_Super_-_Ambassador_Program"

Molte comunità si devono ancora sviluppare e di certo il gioco ha ancora bisogno di tempo per diffondersi ma i dati sono incoraggianti. 164 player al primo Nazionale di Dragon Ball Super Card Game ma soprattutto la presenza di giocatori senza esperienza con altri giochi di carte il che indica la capacità di questo gioco di non annoiare anche nuovi giocatori ed essere appetibile e di facile apprendimento a chi non è addéntro a questo mondo NERD.

Ora però tocca a voi!

Cosa ne pensate? Parteciperete al programma Ambassador? Inviterete nuovi player nelle vostre community? Siete gasati per la nuova uscita di Malicius Machinations?

Fatecelo sapere commentando sui nostri vari social o scrivendoci alla nostra mail redazionale "redazione@dbs-cardgame.it". Vi invito inoltra a seguirci sui nostri canali per non perdervi nuovi articoli e contenuti della redazione.

- Youtube: "https://www.youtube.com/user/duelistit"
- Instagram: "https://www.instagram.com/dbs_cardgame_it/"
- Facebook: "https://www.facebook.com/groups/221751241744471/"

Alla prossima ragazzi!!!