• Staff@play-system.eu

ITALIAN CHAMPIONSHIP PARMA 2019 - Intervista a Philip Tarpini (2°)

ITALIAN CHAMPIONSHIP PARMA 2019 - Intervista a Philip Tarpini (2°)

Report Tornei

17/11/2019

Lorenzo Viglione

Eccovi nuovamente con le interviste fatte ai primi 16 giocatori in classifica che hanno partecipato al primo nazionale di Dragon Ball Super Card Game tenutosi a Parma il 27 ottobre. Oggi andremo a vedere l'intervista fatta al secondo qualificato al nazionale ma primo in classifica Pro point di quest'anno, Philip Tarpini. Un risultato niente male eh?

Si è concluso da poco il primo nazionale di DBS, e sei naturalmente uno dei ragazzi che si è qualificato per i prossimi europei. Raccontaci chi sei e come ti sei avvicinato al gioco di Dragon Ball Super ed infine in quale negozio giochi.

"Mi presento sono Philip ho 21 anni e vengo da Mantova anche se gioco a Dbs nel negozio di Villafranca di Verona. Ormai è dall'uscita di bt3 che sono entrato nel mondo di Dbs, un gioco che amo con tutto me stesso e con cui mi diverto tantissimo, soprattutto a livello competitivo perché mi permette di migliorare sempre di più perfezionando il mio stile. Questo è stato un grande anno per me e per quanto riguarda il competitivo sono riuscito a vincere o a fare top in quasi tutti i tornei ai quali ho partecipato, mantenendo il primato di primo giocatore in classifica italiana per quanto riguarda i pro points e di questo ne vado molto fiero."

Parliamo del nazionale. L'afflusso di partecipanti è stato notevole e tu sei riuscito ad ottenere la medaglia d'argento piazzandoti al secondo posto; con quale mazzo hai partecipato e soprattutto com'è andato l'evento per te?

"Per quanto riguarda il nazionale io ho deciso di portare Cabba universo 6 perché mi sentivo un ottimo pilota per quel mazzo in quanto lo avevo testato parecchio ed ero molto fiducioso del risultato. In Svizzera ho chiuso col punteggio di 5 vittorie e un pareggio strappatomi dal mio compagno di team Mattia biavati, un ottimo giocatore il quale aveva portato janemba, mazzo solidissimo a mio parere. Negli altri round ho incontrato: 3 janemba, 1 zamasu, broly rosso verde e un gogeta rosso se non erro mentre in top 8 ho preso un altro mio compagno di team il quale giocava ancora una volta janemba. Ho incontrato poi un yamcha e in finale mirror match nel quale ho perso 2/1. Purtroppo, nell'ultimo incontro, il mazzo ha deciso di brickare malissimo e ho missato 2 kale su 2, una cosa che non mi era mai successa; essendo questi giochi di carte, la sfortuna può capitare ma comunque alla fine so di aver perso per un pò di sfortuna e questo mi va più che bene perché so di non aver sbagliato nulla e di essermela giocata sempre al meglio! Sono più che soddisfatto."

Questo gioco di carte possiede due formati legati alle uscite e alla lingua delle pubblicazioni; sappiamo che tu giochi ad entrambi e  vorremmo sapere cosa ne pensi al riguardo.

"Premetto che apprezzo entrambi i formati! Diciamo che offrono sfide differenti per quanto riguarda meta e deck building. Ovviamente, per quanto riguarda l’esteso, abbiamo una varietà di carte molto più ampia e quindi per i veterani come me del gioco è più avvincente ma il blocco dalla sua è un ottima sfida per i neofiti del gioco perché permette un approccio al gioco molto più semplice in quanto si hanno molte meno espansioni da recuperare e studiare."

Qual è il tuo Leader preferito del gioco sino ad ora?

"Il mio leader preferito non può non essere altri che BARDOCK, SPERANZA DEI SAIYAN, il primo leader che portai al primo Celebration e che mi fece vincere in modo super inaspettato in un meta di shenron e frieza e dove nessuno si sarebbe mai aspettato che quel Leader fosse così performante; tuttora lo adoro! Aveva un potenziale incredibile, possibilità di fare control grazie al vantaggio carte in mano e allo stesso tempo mettere pressione con dei critici permettendoti così di schiacciare l’avversario per il vantaggio di carte in mano e non soffriva praticamente nessun match up."

Come pensi si possa migliorare il gioco in Italia? Inoltre vorrei avere un tuo parere sulla gestione di questo torneo.

 

"Parlando della gestione del gioco in Italia la trovo abbastanza corretta, ovviamente ci sono cose che mi fanno storcere il naso, per esempio il fatto che il nazionale sia stato top 8 con più di 160 giocatori; ovviamente capisco che non ci si aspettava quella affluenza e non ne faccio una colpa a nessuno ma sarebbe stato corretto giocare almeno la top 16 per permettere anche agli altri di potersi aggiudicare una posizione sul podio. Io sono convinto che Giorgio Bucco stia cercando di gestire il gioco al meglio e non posso che essergli grato per averlo portato qui in Italia. Apprezzo inoltre l’introduzione del formato esteso anche da noi e spero che questo sproni ancora più player a partecipare ai tornei facendo riavvicinare al gioco le persone che hanno cominciato con le carte inglesi. Infine, sono molto colpito di come Giorgio cerchi di spingere sempre di più il gioco tramite iniziative ed eventi davvero interessanti."

Qual è la cosa che trovi più entusiasmante nel mondo dei giochi di carte e soprattutto in Dragon Ball Super Card Game?

 

"Io sono super competitivo ma la cosa più bella è fare nuove amicizie ovunque si vada. Basti pensare a come si è evoluto il nostro team costituito inizialmente da 3 componenti sino ai 10 e passa di ora (ci sono anche giocatori che vengono da Genova e Torino e con le quali si testa in compagnia e allegria). Questa è la cosa più bella che ci sia a parer mio; ho conosciuto delle persone veramente eccezionali con le quali ho stretto amicizie importantissime, prima fra tutte Mattia che è diventato uno dei miei migliori amici."

Quali consigli daresti a chi si approccia ora a questo nuovo gioco?

"I consigli che posso dare ai nuovi giocatori che vogliono approcciare al meglio il gioco e che ambiscono ad ottenere dei buoni risultati sono sicuramente studiare bene le meccaniche del gioco come ad esempio la fase combo; comprendere tale fase ad esempio, permette anche di acquisire la capacità di valutare se sfruttarla o meno dato che in Dbs permette di creare vantaggio carte sul mio avversario gestendo al meglio le risorse che il prorpio mazzo ha da offrire. Un altro punto fondamentale è la conoscenza del meta che spinge ad apprendere le mosse del mio avversario e di conseguenza arginare le sue giocate."

 

Tempo per consigli flash! Elencane tre per chiunque voglia giocare il tuo mazzo!

"I tre consigli che posso dare per chi si approccia al mazzo che ho giocato, ossia Universo 6 (u6) sono:

-non andate sempre per le vite, anche se giocate un mazzo aggro ricordatevi che u6 è molto malleabile come deck e vi permette di fare anche control in base alle situazioni o ai match up.

-sfruttate al massimo ogni carta, cercando di non sprecarne alcuna e valorizzando quelle presenri nella vostra mano.

-no abbiate fretta di chiudere una partita ma piuttosto aspettate un turno in più. Ho visto molti giocatori buttare via partite già vinte per la fretta di chiudere."
 

 

Ringraziamo Philip Tarpini per la disponibilità nel rispondere alle domande, ci complimentiamo con lui per i risultati conseguiti in questo primo anno competitivo di Dragon Ball Super tcg e gli auguriamo un altro anno pieno di vittorie.

Noi naturalmente vi rimandiamo ai nostri canali social:

Youtube: "https://www.youtube.com/user/duelistit"
Instagram: "https://www.instagram.com/dbs_cardgame_it/"
Facebook: "https://www.facebook.com/groups/221751241744471/"

In alternativa contattateci alla nostra mail "redazione@dbs-cardgame.it". Per opinioni, consigli o molto altro non esistate a contattarci!